​© 2015 by Giovanna Kiferle Coaching.

I contenuti di questo sito sono di esclusiva proprietà intellettuale.

Sono vietate l'utilizzo e la riproduzione. All rights reserved.

Contest Multimediale

Una scelta di contenuti di interesse generale, dal punto di vista scientifico, psicologico, spirituale, per ispirare, avvalorare teorie e pratiche quotidiane della nostra vita.

I VIDEO

Bruce Lipton:

L'interazione tra corpo, mente, spirito

 

Un nuovo e rivoluzionario approccio alla scienza dell'evoluzione. Bruce Lipton ci guida alla comprensione di un affascinante modello in cui, dal pensiero classico, muoviamo i passi verso le più attuali conclusioni che affermano il ruolo principale della nostra coscienza negli aspetti della vita che esperenziamo. La scienza non è solo ciò che ci hanno insegnato...

Masaru Emoto

La memoria dell'acqua

 

Che cos'è l'acqua? Semplicemente la materia alla base della vita. L'introduzione agli esperimenti di Masaru Emoto aprono interessantissimi scenari di approfondimento sulla capacità dell'acqua di ricevere, contenere, condurre informazione.

Scoprire che l'acqua reagisce al pensiero, alle parole, alle intenzioni significa in primo passo ammettere che esiste la possibilità di comunicare con la materia che ci circonda, di comunicare con noi stessi, che siamo composti dal 70% proprio di acqua, ad un livello totalmente nuovo.

IL CONTEST

Partecipa al Contest di Foto!  Argomento: "la Coscienza nelle sue Forme ed Espressioni"

Premio vincitore del Contest: la partecipazione ad un GK Evento!

Le Vostre Testimonianze

Lettera di saluto e ringraziamento 

IL LIBRO

“Nessun farmaco, nessuna terapia, nessun intervento è più potente ed efficace dell’alimentazione quotidiana per prevenire le malattie e mantenerci in salute”.

"Mangia che ti passa" (aprile 2011 Piemme) riassume lo sguardo rivoluzionario del dott. Filippo Ongaro sul cibo: un approccio all'alimentazione innovativo, ottimamente descritto, per un orientamento al vivere più sani e più a lungo.

Carissima Giovanna,

da troppo tempo sono rimaste bloccate nella mia mente queste righe e finalmente mi sono presa il tempo per scriverle. Scusami.

Credo sia consuetudine un po’ per tutti, durante gli ultimi giorni dell’anno, fermarsi con se stessi e fare un minimo di bilancio della propria vita, ripercorrere e rivisitare con il pensiero i luoghi e le esperienze vissute, rincontrare con il cuore le persone e riflettere sul senso del proprio percorso. Riprendere in mano il 2012, per me è stato davvero gratificante: l’ho identificato come l’anno dell’incontro, prima di tutto con me stessa, con la consapevolezza che sono importante e che valgo e poi dell’incontro con persone che mi hanno lasciato un tatuaggio nel mio animo e nello spirito. Tu Giovanna, non solo sei tra queste, ma sei al primo posto. Forse non ti sei resa pienamente conto del miracolo che hai realizzato in me e nella nostra famiglia, ma così è stato ed è doveroso trasferirtelo.
L’esperienza di Pittigliano è stata come uno spartiacque tra il prima e il dopo… sicuramente dirai che la materia prima era buona, ma da soli non avremo potuto fare nulla e così è stato. Ti sei manifestata come un angelo che ha fatto da ponte tra il divino e l’umano, la rivelazione che apre gli occhi non solo del fisico, ma anche quelli dell’anima i quali mi hanno fatto vedere, sentire e vivere pienamente l’energia che c’è intorno e dentro di noi.
Ho imparato a dire che siamo tutti creature meravigliose, solo che qualcuno ha subito qualche danno in più rispetto ad altri e che il percorso è più ostacolato.
Ho imparato a radicarmi e nutrirmi dell’energia e soprattutto ho toccato con mano la potenza nel donarla. Proprio a riguardo mi è capitato un paio di mesi fa, di fare un’esperienza particolarmente toccante e profonda con Sara (la nostra seconda figlia che è in Inghilterra), mentre attraversava un periodo molto difficile.
La cosa più preziosa poi, è il fatto di aver condiviso pienamente tutto questo con Roberto e Veronica (in parte anche con Eleonora). Il parlare ora la stessa lingua, il riuscire e il poterci raccontare e il saper ascoltare le nostre giornate, il nostro vissuto con la consapevolezza di non venir fraintesi, è meraviglioso.

Ho ricevuto tantissimo e ogni giornata mi riserva qualcosa di splendido. Grazie, grazie, grazie!!!
Grazie a te Giovanna, grazie a Dio perché sei un suo dono. Grazie per tutto quello che hai fatto vibrare e per le chiavi d’oro che mi hai messo nelle mani, destinate ad aprire canali che non avevo la consapevolezza di avere.
Ti auguro di continuare ad essere un angelo per tantissime altre persone e di riuscire a irradiare la tua luminosità e la tua forza. Io, da parte mia, anche se non ho capito ancora bene quale sia lo scopo della mia vita, colgo tutto questo come un dono prezioso e quotidiano, come un faro che mi indica la strada da percorrere per essere luce, sorriso, accoglienza, maternità….

Ti sono e ti sarò sempre grata e riconoscente.
Un abbraccio